Il senso di un luogo…

Quando in America chiude un quotidiano, non fallisce soltanto un’impresa commerciale, ma anche il senso di un luogo. Se il San Francisco Chronicle sta per morire (…) è perché sta per morire la percezione che San Francisco ha di sé come città.

Molti dei giornali che oggi stanno morendo erano nati nel diciannovesimo secolo. Il Seattle Post-Intelligencer chiuso nel 2009, era nato nel 1863, il Rocky Mountain News morto nel 2009, nel 1859 e l’Ann Arbor News chiuso nel 2009, aveva iniziato a pubblicare nel 1835. Nell’Ottocento era l’orgoglio e la funzione dei quotidiani americani: dichiarare che quell’insieme di edifici e di servizi stava formando una città, un posto sufficientemente indaffarato e abbastanza popoloso da produrre quotidianamente delle notizie. Il giornalismo della frontiera americana preservava una traccia dell’impulso della chiesa anglicana verso l’alfabetizzazione universale, attraverso il quale la comunità che stava nascendo vedeva la possibilità di leggere e scrivere di sé stessa e della propria esistenza. Noi eravamo la Nazione Gutenberg.

Richard Rodriguez
Final edition: Twilight of the American newspaper Harper’s Magazines (novembre 2009)

leggi anche:

Inevitabile il viale del tramonto per i giornali americani? (Lsdi)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...